Dialogo con l’inconscio

L’Inconscio è quell’aspetto dell’essere umano di cui non si è consapevoli ma che determina gran parte della nostra vita e del nostro destino.

Se è vero che la mente non è identificabile con il cervello ne un prodotto di quest’ultimo ma si serve dello stesso per esprimersi, è vero anche che essa è qualcosa che va aldilà del fisico.

La mente potremmo intenderla come l’anima dell’essere umano che può esprimersi nel miglior modo possibile quando il cervello, il sistema nervoso e tutto il corpo fisico sono in salute. Incastonandosi in un essere umano l’anima umana può sperimentare:

  • la vitalità del corpo fisico,
  • gli istinti, che permettono la sopravvivenza e la perpetuazione della specie,
  • le emozioni, che permettono di relazionarsi con gli altri e di instaurare rapporti sociali,
  • la logica, che permette di formulare pensieri e sviluppare l’intelligenza.
  • la spiritualità, che permette di considerarsi un essere che può sopravvivere alla morte e realizzare un piano divino.

La mente umana può tutto questo grazie a un cervello sviluppato e che continua a svilupparsi grazie alle nuove sfide evolutive che la vita constantemente gli propone.

Ma la mente o “anima” non è pienamente consapevole di se ed è per questo che potremmo fare una metaforica suddivisione di mente conscia e mente inconscia. La mente inconscia o “inconscio” è quasi per niente considerata dalla parte conscia o “logica” e agisce all’insaputa di quest’ultima. L’inconscio, che potremmo definire corpo emotivo, ha esigenze, tendenze e una sua intelligenza che spesso è diversa se non contraria alla parte logico razionale della mente conscia.

Ed è per questo che il metodo del Dialogo con l’Inconscio risulta eccellente per far dialogare le due parti affinché, anziché combattersi collaborano per far vivere l’individuo in uno stato di benessere e felicità.

Il Dialogo permette di conoscere quali sono le necessità dell’inconscio affinché vengano rispettate ed esaudite da parte della mente conscia o logica.

E’ un dialogo diretto: “caro inconscio….” in cui il protagonista, ovvero la nostra “ombra” può affermare o negare su alcune domande che la parte logica formula.

Il Dialogo lo si può fare sia da soli, se si ha un minimo di esperienza, o guidati da un esperto di Discipline Analogiche anche chiamato “Analogista“.

Tale consulto può essere fatto per risolvere qualsiasi problema:

  • migliorare le relazioni nella famiglia,
  • migliorare l’ambito sentimentale e affettivo,
  • migliorare la sfera sessuale e passionale,
  • migliorare l’ambito dell’autorealizzazione (lavoro, denaro, hobby),
  • migliorare l’ambito dell’emotività e del comportamento.

Non viene utilizzato un metodo che si rifà alle discipline sanitarie come la psicologia, la psicanalisi o la medicina proprio perché i principi ontologici e la metodologia è completamente diversa dagli ambiti della scienza medica. E’ un approccio squisitamente “olistico” in cui per olistico si intende la visione dell’essere umano nel suo aspetto di spirito, mente, emozioni e corpo.

Una seduta di Dialogo può sicuramente aiutare a risolvere problematiche e a motivare per il conseguimento degli obiettivi.

Accettando i cookie confermi di aver preso a visione dell'informativa dei dati personali in base alla normativa europea 2016/679. Continuando la navigazione accetti i termini GDPR LEGGI L'INFORMATIVA

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi